Esperienza personale: Conviene acquistare ancora prodotti Apple?

Ho deciso un paio di anni orsono, forte di una lunga esperienza di terminali usa e getta, di investire nel melafonino, in iPhone 4 32gb dal costo non certo irrisorio, l’acquisto si è rivelato azzeccato tanto che ho comprato il successivo modello iPhone 4s 64gb senza troppi patemi d’animo, il 4 l’ho passato alla mia compagna che lo usa tuttora, a distanza di quasi tre anni dalla sua commercializzazione si difende ancora bene.

Una mela tira l’altra, e mi sono deciso anche per l’iPad di terza generazione da 64gb con retina display, e qui casca l’asino, si perché io l’ho preso ad Aprile  di quest’anno e dal 23 ottobre, sempre anno corrente, non è più commercializzato!

Troppo New !!!

Cerchiamo di capirci bene, resta un validissimo prodotto quello nuovo mantiene le medesime caratteristiche, ma ci sono alcuni punti che davvero non mi appagano:

  • Il nuovo iPad porta una considerevole svalutazione dell’investimento fatto
  • Il nuovo iPad permette la connessione alle reti 4G, che sei mesi fa sembravano retrodbonus.org molto più lontane di quanto lo siano oggi.
  • Sempre sul discorso 4G quando l’ho acquistato io era reclamizzato “iPad Wi-Fi 4G” solo successivamente è stato rinominato “iPad Wi-Fi Cellular”, se mi trasferirò in america saro coperto ma Spilleautomater: Her kan du l?re deg alt om hvordan spilleautomater pa nettet fungerer. io l’ho acquistato in italia e qui deve funzionare
  • Sono abbastanza convinto che il nuovo iPad abbia una durata maggiore della batteria in conseguenza dei problemi della prima nuova serie, che balle queste nomenclature,  il processore a 45 nm scaldava = consumava molto, infatti l’iPad di terza generazione è più spesso rispetto al modello precedente, mentre il nuovo A6X è prodotto con tecnologia 32 nm, le dimensioni ed il pero restano simili (si vociferava anche di una riprogettazione del display per ridurre i consumi,iPad di quinta generazione tra due mesi!!!)

Tutti punti opinabili, ma il punto cruciale è se la Apple ha praticamente dimezzato il ciclo vitale dei suoi prodotti non dovrebbe anche ritoccare verso il basso anche i prezzi?

 

6 Comments

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

tre + 2 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.